ASD FRASCATI BOXE

Richiedi info

NEWS
3 Medaglie per l'ASD Frascati Boxe nel torneo Open d'Italia del 27 Maggio

Cenni storici sul pugilato

Il pugilato era giá conosciuto nell'antica Grecia, ove era praticato insieme alla pancratio. Vi sono evidenze scientifiche che lo certificano, tra cui il ritrovamento di scritti, immagini e resti di atleti con evidenti tracce della loro attivitá. Tra questi il così detto "atleta di Taranto". Fu, tuttavia, il famoso ed indimenticato pugile del XVIII sec ( prima metá del 1700), James Figg a coniare il la locuzione NOBLE ART. Egli é considerato da tutti gli storici del pugilato, il padre di questa noble art. Si deve, però, ad un altro pugile coevo di Figg, Jack Broughton , la prima opera sulle regole del pugilato. Egli, infatti, sentì l'esigenza di scrivere il primo manuale di regole , il London Prize Ring Roules. Il predetto scritto fu tenuto in considerazione sino alla codificazione piú sistematica e completa realizzata dal Marchese di Queensberry , considerato il padre del Pugilato moderno. Tali regole furono, poi, trasfuse nel noto testo redatto da Douglas. Esse imponevano precetti e regolamenti precisi, quali l'uso dei guanti, i rounds, il ko. Non si può nascondere che il pugilato affascini anche per la sua antica ed importante storia, nonchè per le storie umane di cui é ricco.

Oggi invece l'organizzazione del pugilato professionistico sul piano mondiale è profondamente difforme dallo schema seguito dalle organizzazioni internazionali degli altri sport. Questo avviene in quanto il grande peso del pugilato negli Stati Uniti, e degli interessi che gravitano attorno a esso, ha sempre impedito la costituzione di un organismo mondiale in cui tutte le Federazioni siano pariteticamente rappresentate. Ogni Paese nel quale il pugilato è considerato legale ha un'autorità preposta al controllo di questo sport. Molte sono affiliate a organismi internazionali in grado di autorizzare incontri per il titolo mondiale. Tre sono gli organismi principali :
WBC (World Boxing Council)  
WBA (World Boxing Association)  
WBO (World Boxing Organisation).
Nella maggior parte delle categorie vi sono tre, quattro o più campioni, ed è molto difficile per chiunque di essi giungere all'unificazione di una categoria detenendo tutte le versioni riconosciute del titolo. L'Italia vi aderisce con la FPI (Federazione Pugilistica Italiana che fa capo al CONI) che ha sede a Roma. Periodicamente si riunisce un comitato mondiale che cerca, o almeno tenta, di accordare i vari enti. Molto più semplice è invece l'organizzazione del pugilato dilettantistico, in quanto è strutturata nell'ambito nazionale attraverso le Federazioni nazionali e i Comitati olimpici, a loro volta sotto l'egida del Comitato Olimpico Internazionale.

AD MAIORA RG